La persona più pericolosa del mondo

di

Un post fuoritema rispetto a Venezia e l’Italia ma che ci coinvolge più di quanto pensiamo… ..comunque e in ogni caso..

Da un recente sondaggio su un campione globale di oltre 30000 persone è emerso come le popolazioni della terra (a sorpresa) interrogate su chi sia la persona che temono di più,  hanno risposto George dabliù. (lo scrivo così perchè sennò echelon ci segnala).

Oggi in  campagna elettorale il capo ha dichiarato:

“Quando vi recate ai seggi ricordatevi che siamo in guerra e se volete che questo paese faccia tutto quanto in suo potere per proteggervi e, al tempo stesso, getti le fondamenta della pace per le generazioni a venire, votate Repubblicano”.  Bush ha parlato anche della condanna a morte inflitta a Saddam Hussein. “La mia decisione di farla finita con Saddam Hussein fu una decisione giusta, e il mondo e’ migliore grazie ad essa”, ha affermato, mentre la folla intonava l’inno “Usa, Usa”.

Non voglio assolutamente scrivere se Bush sia effettivamente pericoloso  (questo lo lascio agli autorevoli commentatori che leggiamo su Internazionale).

Voglio solamente ragionare paradossalmente seguendo il filo della sua logica.

Se è vero che siamo “figli” di una generazione di pappemolli che non hanno fatto la guerra… noi no! Noi viviamo in guerra! Ed è una guerra ancora più subdola perchè il nemico rischia di essere in casa.. vicino di banco di nostro figlio.. spazzino che ci fruga l’intimità maneggiando i nostri rifiuti.. e così via.. e inoltre si prospetta una guerra molto più lunga.. Il nemico è ovunque.. e noi siamo in guerra.
Quindi basta frottole su generazione del benessere. Noi siamo una generazione che vive durante la III o la IV guerra mondiale.. e siamo capitanati perdipiù da una generazione di schiappe che pensano di aver combattuto perchè hanno lanciato qualche sanpietrino a vallegiulia. E sono cresciuti perdipiù nel paese dei balocchi andando in pensione a 34 anni (mia madre per esempio) e in pieno boom economico.. e per di più ci hanno compromesso un futuro economico riempiendoci di debiti!

Dovremo lavorare per pagargli la pensione!!!! Ma ci pensate????

Ecco quindi che in questo scenario ci troviamo ad essere veramente sfigati (non mi viene un altra parola al momento).

Ma quanto di vero c’è in queste parole?  Molto più di quanto si creda. Si rischia anzi che diventino un alibi-giustificazione di tutte le nostre frustrazioni, perchè mi pare sia il punto di vista che ci stanno vendendo. Per farci stare buoni ci devono far  sentire così. E’ logico. Farci sentire lievemente incazzati ma col pericolo di perdere il poco che abbiamo.

Ma rovesciando il punto di vista se invece noi rifiutiamo ogni atteggiamento conflittuale e anzi.. lavorassimo per il nemico? Ci fanno intendere che ci faremmo del male da soli.. come darsi martellate nelle palle… se noi non colaboriamo alla guerra ci fanno intendere che saremo invasi dai barbari e perderemo tutto.. ma se invece noi e tutte le persone che volglione essere POSITIVE ci parlassimo? Se scegliessimo secondo i nostri punti di vista cosa è importate e NON SI PUO’ perdere e cosa invece E’ SUPERFLUO E SI PUO’ PERDERE? Forse rischieremmo di gettare le basi per salvare la terra (e non sono retorico dicendolo!!!) ! La questione ambientale su macroscala è ciò che preoccupa i macro-studiosi… più dell’acqua, del petrolio, della fame del mondo etc.etc.

Stiamo riempiendoci la casa si merda e ci preoccupiamo di pulire con lo spazzolone la strisciatina marrone incrostata nel WC bianco lucido.

Purtroppo è tutto collegato… non si salta di palo in frasca parlando di tutte queste cose.. è tutto in rete.. e dopotutto oggi è il trentennale di “BAR SPORT” di Stefano Benni e quindi questi discorsi massimalisti sui massimi sistemi sono più che leciti… anzi, ogni tanto, necessari.

Come in Report .. alla fine una buona notizia: per foruna nel mondo le persone non stanno tutte anestetizzate come noi…

In Nicaragua, nonostante gli embarghi, la povertà, le pressioni internazioni, i miliardi americani contro (solo qualche sostentamento dai petrodollari  Venezuali della banca Chavez)…
Il caro Ortega (rimasuglio dell’utopistica e fallita rivoluzione Sandinista) è stato rieletto.

I Nicaraguensi pur di non tornare ad un passato da “colonia d’oltremare” per gli Stati Uniti con un orgoglio misto a utopia e spirito rivoluzionario tipico del sudamerica… preferisce rimanere povero ma testa alta. Non è come cuba dove le repressioni sono state forti (ma forti sono anche le lobby di Miami!). E’ ciò che più assomiglia ad una democrazia in centroamerica. E hanno scelto così. Sapete come hanno reagito i repubblicani in USA? Proponendo in senato di bloccare i pagamenti a tutti gli immigrati Nicaraguensi per un pò di mesi così questi non possono più mandare i soldi a casa. SONO ALLA FRUTTA! NON POSSONO GOVERNARE IL MODO COSI!

PS: i post da bar sport vanno scritti di getto e sgrammaticati come questo.. anzi.. apro una categoria Bar Sport

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: